Capitolo VI – Secolo XIII, Fondazione del monastero di Casaluce

Se ne servirono del castello di Casaluce nel secolo XIII tutti i principi seguaci del re del Regno di Sicilia secondo i vari bisogni fino al 1265, quando l’anno successivo, venne in Italia con un grande esercito Carlo I d’Angiò. Secondo padre Polieni da Siderno il fortilizio di Casaluce fu donato da Carlo I nel 1269 al suo gran connestabile Bertrando del Balzo, che lo aveva accompagnato, con altri signori provenzali, alla conquista del Regno di Sicilia. Altri documenti invece rivelano che  nel 1332  il feudo di Casaluce fu ancora abitato dalla famiglia de Casaluccia e solo successivamente avvenne il passaggio della proprietà alla famiglia del Balzo.

<-Prec – Indice – Succ->